Calcio giovanile e Covid: è il turno dei Primi Calci 2011 di Roberto Franceschi

I Primi Calci 2011 dell’Azzurra Due Carrare

Un altro dei nostri mister particolarmente attivo nel periodo di lockdown è stato Roberto Franceschi, allenatore dei Primi Calci 2011, che illustra così le iniziative organizzate per tenere vivi i rapporti con i suoi mini-atleti.
«Dopo un’ottima prima parte di stagione, il 13 gennaio avevamo iniziato la nostra seconda fase – spiega il tecnico biancazzurro – L’impostazione era sempre di due allenamenti settimanali: il lunedì al coperto sul sintetico della struttura di Maserà, dove abbiamo lavorato tantissimo sulla tecnica di base, e il mercoledì al campo, con partitelle a tema e la consueta partita finale. Il tempo di partecipare ad un bellissimo torneo giornaliero organizzato dal Calcio Padova al centro sportivo “Vertigo” e disputato alla grande e poi, dopo altre due settimane di allenamento, lo stop per il Covid-19. C’è stato bisogno di una decina di giorni per capire come organizzare qualcosa per tenere i ragazzi occupati e dare continuità, pur se solo da casa, alla loro crescita. Inizialmente ho chiesto loro, con l’aiuto dei genitori, di inventarsi degli esercizi singolari e diversi dal solito: hanno dato libero sfogo alla fantasia e sono stati davvero bravissimi. Successivamente, ogni dieci giorni e fino a fine maggio, ho inviato loro una serie di esercizi di tecnica individuale di base prendendo spunto dai vari meeting su “Zoom” proposti dal Calcio Padova. Di sicuro hanno sentito la mancanza del campo, degli amici e delle partite vere, ma dal 15 giugno potranno finalmente riprendere in mano la loro passione grazie all’Azzurra Football Camp di Terradura. Sperando che tutto torni alla normalità per poterci ritrovare a settembre con l’inizio di una nuova stagione: una stagione che segnerà il loro ingresso nella categoria Pulcini».