Doppia traversa in avvio, rigore sbagliato dagli avversari e beffa che arriva su corner: Azzurra Due Carrare-Aurora Legnaro 0-1

Matteo Ambrosi: sua la seconda traversa di giornata con un tiro-cross smanacciato dal portiere

Nulla da fare per l’Azzurra Due Carrare, che nel delicatissimo scontro salvezza con l’Aurora Legnaro cede per 1-0 al termine di una gara a dir poco stregata.
Avvio bruciante dei biancazzurri, che allo «Stadio delle Terme» di Abano premono subito sull’acceleratore e centrano due clamorose traverse, prima con una pennellata su punizione di Marin e poi con un tiro-cross di Ambrosi smanacciato sul legno dal portiere giallorosso.
La beffa è dietro l’angolo e alla mezzora l’arbitro punisce con rigore ed espulsione un contatto in area tra Andreon e lo sgusciante Keita: dal dischetto Locrati è però impreciso e calcia sul fondo.
L’episodio non scuote l’Azzurra Due Carrare, che pochi minuti dopo incassa il gol decisivo su azione di corner.
L’Aurora Legnaro prende coraggio e nella ripresa manca di un soffio il raddoppio con una micidiale ripartenza sventata per due volte da altrettanti ottimi interventi del portiere biancazzurro Ciucevich.
L’Azzurra reagisce con orgoglio ma non trova lo spunto decisivo negli ultimi sedici metri: l’ultimo brivido è di Chinello, che manca la capocciata vincente e non trova così un 1-1 che per classifica e morale sarebbe stato davvero preziosissimo.