Michele Marotti, responsabile del settore giovanile: «Annata ricca di soddisfazioni in tutte le categorie. Abbiamo programmi ambiziosi e cercheremo di fare sempre meglio»

Una bella foto di gruppo del settore giovanile dell’Azzurra Due Carrare

Per l’Azzurra Due Carrare è tempo di bilanci anche in chiave settore giovanile e la parola va a Michele Marotti, responsabile del vivaio biancazzurro, che si concede una disamina a 360 gradi sulla stagione che si sta lentamente avviando alla conclusione.
«È stata un’annata ricca di soddisfazioni in tutte le categorie. In primis negli Allievi, con cui siamo riusciti a partecipare alle fasi finali dopo aver superato la prestigiosa fase élite. I Giovanissimi hanno vissuto un anno di transizione, visto che la squadra è formata esclusivamente da ragazzi del 2005, alla prima esperienza in categoria: con loro abbiamo sofferto un pochino ma contiamo di rafforzare il gruppo, composto da diversi elementi interessanti e seguito da dirigenti preparati e competenti. Molto bene pure gli Esordienti, con cui abbiamo fatto parecchie belle esperienze: dal ritiro precampionato alla partecipazione ai vari tornei, anche qui con un’ottima programmazione e con un notevole serbatoio di Pulcini che il prossimo anno entreranno a far parte di questa categoria. Un applauso speciale va appunto ai Pulcini, ai Primi Calci e ai Piccoli Amici, in cui abbiamo avuto un notevole incremento delle iscrizioni: già in questi giorni abbiamo avuto delle richieste in vista della prossima stagione, segno che stiamo lavorando bene e nella direzione giusta».
Michele chiude la sua analisi con una riflessione ancora più mirata.
«Fino ai Giovanissimi tutti gli allenatori possiedono il patentino Uefa B e il prossimo anno estenderemo la cosa anche agli Esordienti. Tutti i tecnici stanno seguendo un importante cammino di formazione, partecipando ad incontri e stage di vario genere: in tal senso l’affiliazione al Calcio Padova è motivo di onore ed orgoglio, visto che abbiamo mandato da loro diversi ragazzini a fare dei provini e visto che parecchi allenatori del vivaio biancoscudato sono venuti a seguire i nostri mister. Siamo consapevoli che ci attende un duro lavoro, ma abbiamo programmi ambiziosi e cercheremo di fare sempre meglio. Già quest’anno ci sono state diverse novità: nei mesi invernali, ad esempio, abbiamo portato per la prima volta i Piccoli Amici ad allenarsi in una struttura al coperto. Ora avremo il nostro storico “Torneo Lideo”, riservato a tutte le categorie dagli Esordienti in giù, e per la seconda metà di giugno abbiamo organizzato un camp di quindici giorni a Terradura con allenatori federali molto esperti. L’obiettivo, condiviso con il presidente Massimo Carraro e supportato dalla collaborazione del responsabile tecnico Mirko Romanato, è arrivare ad avere un bacino di atleti sempre più importanti e preparati con cui aiutare il nostro direttore sportivo Andrea Stefani nell’allestimento della prima squadra e della juniores regionale».