Valeriano Fiorin: «Non voglio solisti, in questo momento c’è bisogno del gruppo. Domenica i ragazzi hanno dato il 101%»

Valeriano Fiorin, nuovo allenatore dell’Azzurra Due Carrare

Mister Valeriano Fiorin commenta con legittima soddisfazione il prezioso pareggio esterno di domenica con il Mestrino Rubano.
Un 1-1 in rimonta che ha bagnato con un ottimo punto l’esordio sulla panchina biancazzurra dell’ex allenatore di Pozzonovo e Union Cadoneghe, subentrato la scorsa settimana a Paolo Meneghetti.
«Sono molto contento, perché i ragazzi hanno fatto esattamente ciò che avevo chiesto. Sono scesi in campo con determinazione, voglia e spirito di sacrificio: tre componenti che non devono mai mancare per poter raggiungere l’obiettivo prefissato. Non voglio solisti, in questo momento c’è bisogno del gruppo. A fine gara erano tutti stremati, hanno dato il 101%: se manteniamo questo spirito fino alla fine, ci sono tutti i presupposti per fare bene».
Anche domenica la rosa dell’Azzurra era infarcita di giovani.
«Abbiamo iniziato con due ragazzi del 2001, due del 2000 e uno del 1999 e nei minuti finali ho inserito pure un 2002. L’età media è molto bassa, ma questo è un organico che tecnicamente ha qualità. Quando mancano i risultati, è normale che ci sia meno serenità e arrivi qualche errore di troppo. Dobbiamo ripartire da qui, dal pareggio strappato sul campo di uno squadrone che ha tutte le carte in regola per lottare al vertice. Adesso testa a domenica, perché con la Curtarolese sarà una battaglia importante e molto difficile».